Archivio della categoria: parole

Bruno

Bruno portava il cognome della madre. Per uno come lui, che viveva in un piccolo paese rurale era una specie di marchio, più discreto e meno ufficiale della sigla “n. n.” scritta sulla carta d’identità alla voce “padre”. Questo non

Bruno

Bruno portava il cognome della madre. Per uno come lui, che viveva in un piccolo paese rurale era una specie di marchio, più discreto e meno ufficiale della sigla “n. n.” scritta sulla carta d’identità alla voce “padre”. Questo non

LAMEMORIA

Grazie al lavoro che ormai svolgo da anni mi trovo, ogni fine Gennaio, a dover (o poter) presenziare agli incontri che ormai si fanno, in maniera quasi rituale, tra le scuole e i testimoni della Shoah, delle deportazioni e di

LAMEMORIA

Grazie al lavoro che ormai svolgo da anni mi trovo, ogni fine Gennaio, a dover (o poter) presenziare agli incontri che ormai si fanno, in maniera quasi rituale, tra le scuole e i testimoni della Shoah, delle deportazioni e di

L’impossibile commiato di una generazione

Non sono mai riuscito a falciare l’erba del prato; non che non ne fossi realmente capace, solamente non sono mai stato in grado di terminare il lavoro che mi ero preso la responsabilità di fare. Di sicuro non è mai

L’impossibile commiato di una generazione

Non sono mai riuscito a falciare l’erba del prato; non che non ne fossi realmente capace, solamente non sono mai stato in grado di terminare il lavoro che mi ero preso la responsabilità di fare. Di sicuro non è mai

UTC 2:03

1. la prima parte dell’articolo si trova su MUMBLE: 2. Riprendiamoci. Come rialzarsi dopo una scarica di cazzotti ben assestata, una sassaiola data da qualcuno che le sa dare di santa ragione. Tanto efficace, feroce e tecnico che ti vien

UTC 2:03

1. la prima parte dell’articolo si trova su MUMBLE: 2. Riprendiamoci. Come rialzarsi dopo una scarica di cazzotti ben assestata, una sassaiola data da qualcuno che le sa dare di santa ragione. Tanto efficace, feroce e tecnico che ti vien